IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Coronavirus, scuole e Università chiuse fino a sabato. C'è l'ordinanza del Governatore De Luca
Primo caso di Coronavirus in Campania arriva dal Vallo della Lucania, si tratta di una 26enne biologa
Coronavirus, un probabile caso positivo in Campania
Allarme Coronavirus, le raccomandazioni dell'ordine dei Medici di Avellino
Coronavirus, Carlo Sibilia: "Nessuna emergenza in Irpinia"
Coronavirus, allerta in Irpinia: summit in prefettura. Attivo il numero verde
Coronavirus, fake news su facebook: denunciati due serinesi per procurato allarme
La Zeza di Cesinali protagonista ad Avellino alla sfilata dei Carnevali irpini
Allarme a Montefusco: 26enne torna in Irpinia da Codogno focolaio di Coronavirus. Famiglia in quarantena
Successo e partecipazione a Cesinali con la Zeza dei bambini della scuola primaria

 

Bottiglie di acqua "Santa Croce" ritirate dal mercato

Acqua

(Acqua)
(Foto: Irpiniareport)

In un comunicato datato venerdì 10 agosto 2018, il ministero della Salute, ha provveduto a segnalare per rischio fisico il lotto BL060A10 di acqua oligominerale Santa Croce imbottigliata presso lo stabilimento Sorgente Fiuggino-Canistro, in provincia dell'Aquila. Il ritiro riguarda le bottiglie in vetro da un litro - in confezione da 12 - aventi come data di scadenza marzo 2020. Il ministero ha precisato (nella sezione dedicata ai "Richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori" del portale Salute.gov) che si tratterebbe di un richiamo cautelativo. Le bottiglie di acqua, infatti, potrebbero contenere particelle in sospensione da caratterizzare. Chi avesse acquistato bottiglie di acqua Santa Croce appartenente al lotto BL060A10 non deve consumarla, ma riportarla il prima possibile presso il punto vendita (dove verrà rimborsata o sostituita). Gli altri lotti Acqua Santa Croce, invece, sono sicuri e possono essere consumati in tutta tranquillità.

Condividi