IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Sospensione del servizio idrico in Irpinia, ecco dove
Cesinali, c'è il Servizio Civico: ecco il lavoro di pubblica utilità
Odaf Avellino, il vicepresidente Antonio Capone nominato Miglior Agronomo d'Italia 2020
Perde il controllo e si schianta contro il muro, paura per due anziani sull'A16
Auto sbanda e si ribalta, ferita una ragazza
Ragazzina beve alcolici e finisce in ospedale, denunciato il titolare del bar
Serino, sequestrati 800 grammi di droga occultata in casa. Un arresto e due denunce
Allerta meteo in Campania, pioggia e vento anche in Irpinia
Danni al comparto agricolo per la grandinata, Ordine Agronomi Avellino: "Proclamare lo stato di calamità naturale e disporre aiuti alle imprese"
Ofantina, al via i lavori in località Montechiuppo a Manocalzati. Code nelle ore di punta

 

Covid-19, verso la Fase 2: le nuove disposizioni del premier Conte

Il premier Giuseppe Conte

(Il premier Giuseppe Conte)
(Foto: Irpiniareport)

Verso la Fase 2 del 4 maggio. Ecco le disposizioni contenute nel nuovo decreto del premier Conte:

-Sono consentiti spostamenti solo all’interno dei confini della propria Regione fino al 18 maggio;

-Consentite visite ai congiunti, ma solo con divieto di assembramento e con uso di mascherine;

-E’ fatto divieto di spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici o privati, fuori della propria Regione;

-Altri spostamenti sono consentiti solo per motivi salute, lavoro e assoluta urgenza;

-Permane il divieto di assembramento. I sindaci possono chiudere aree dove non ci sia possibilità di assicurare controlli e rispetto restrizioni;

-Via libera ad accessi a ville e parchi pubblici sempre con le solite restrizioni;

-Attività sportiva consentita con distanza di due metri, attività motoria consentita con un metro di distanza;

-Per le attività sportive saranno consentite le sessioni di allenamento degli atleti;

-Per i funerali saranno consentiti con l’esclusiva presenza di 15 persone con funzioni all’aperto e con mascherine e distanziamento sociale;

-Dal 4 maggio sarà consentita anche attività di ristorazione con asporto, ma sempre senza assembramenti e mantenendo il distanziamento sociale;

-Riapre tutto il settore delle costruzioni e commercio all’ingrosso funzionale alle costruzioni. Le aziende dovranno tener fede ai protocolli di sicurezza;

-Dal 18 maggio via libera al commercio al dettaglio, mostre, musei e biblioteche;

-Il primo giugno è la data per cui il Governo vorrebbe riaprire parrucchieri, centri estetici e di massaggi.

Condividi