IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Sospensione del servizio idrico in Irpinia, ecco dove
Cesinali, c'è il Servizio Civico: ecco il lavoro di pubblica utilità
Odaf Avellino, il vicepresidente Antonio Capone nominato Miglior Agronomo d'Italia 2020
Perde il controllo e si schianta contro il muro, paura per due anziani sull'A16
Auto sbanda e si ribalta, ferita una ragazza
Ragazzina beve alcolici e finisce in ospedale, denunciato il titolare del bar
Serino, sequestrati 800 grammi di droga occultata in casa. Un arresto e due denunce
Allerta meteo in Campania, pioggia e vento anche in Irpinia
Danni al comparto agricolo per la grandinata, Ordine Agronomi Avellino: "Proclamare lo stato di calamità naturale e disporre aiuti alle imprese"
Ofantina, al via i lavori in località Montechiuppo a Manocalzati. Code nelle ore di punta

 

Fs Trenitalia, dal 14 giugno al via gli orari estivi

Un treno

(Un treno)
(Foto: Irpiniareport)

Turismo, digitalizzazione e sicurezza. Sono i tre pilastri del nuovo orario estivo di Trenitalia, al via da domenica 14 giugno. Obiettivo: far ripartire il Paese aumentando i collegamenti, sostenendo ilturismo e puntando sulla digitalizzazione grazie alla nuova App Trenitalia, nel pieno rispetto delle norme per il distanziamento delle persone e con la continua igienizzazione dei treni.   Il nuovo orario è stato presentato oggi a Roma daGianfranco Battisti, Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo FS Italiane e, per Trenitalia, dal Presidente Tiziano Onesti e dall’Amministratore Delegato e Direttore GeneraleOrazio Iacono.   L’OFFERTA - Oltre 150 Frecce al giorno per un totale di 40mila posti e oltre 250 nuove fermateper le Frecce. Da luglio un’offerta ripristinata al 100% per InterCity Giorno (88) e Notte (20). Più di 1.700 località con seimila collegamenti regionali quotidiani, oltre 200 destinazioni promosse nei Travelbook di Trenitalia e 500 città d’arte da visitare. Nuovi collegamenti conFrecciarossa e Frecciargento da Reggio Calabria a Torino e Venezia, una nuova corsa conFrecciarossa 1000 che unisce Milano e Roma al Levante ligure, alla Versilia e all’Argentario e, per la prima volta, il Frecciargento che collega Firenze con la Puglia, senza cambi intermedi.   UN’ESTATE ITALIANA – I nuovi collegamenti con treni nazionali e regionali sono parte integrante del più ampio piano di sviluppo del turismo. Fondamentale, nella prossima estate, è dare l’opportunità di scoprire e riscoprire le bellezze d’Italia col treno, mezzo che unisce in maniera capillare gli angoli del Belpaese. Più facile raggiungere le grandi città d'arte, le spiagge e le montagne più conosciute, ma anche luoghi di medie e piccole dimensioni ad alta attrattività turistica, paesaggistica e culturale.   IN CAMPANIA – Da domenica 14 giugno Napoli, Salerno e il Cilento saranno meglio collegati con il Nord e Sud Italia grazie al Frecciarossa Torino - Reggio Calabria che ferma, con due dei quattro treni, anche a Sapri, Vallo della Lucania,Agropoli e Pisciotta-Palinuro. Inoltre Napoli, Salerno, Sapri e Capaccio saranno località di fermata per il nuovo Frecciargento Venezia - Reggio Calabria. I servizi regionali di Trenitalia saranno integrati dai 39 collegamenti giornalieri del Cilento Line che toccano le principali località balneari della costa tirrenica meridionale della Campania. Grazie alle soluzioni intermodali sarà possibile visitare Pompei, la Costiera amalfitanae il Cilento con il servizio Link treno+bus.   INTERMODALITÀ - Scegliendo i treni regionali si potranno raggiungere direttamente o con integrazione treno+bus 13 aeroporti e 10 porti in tutta Italia, compresi quelli di Napoli.   SALUTE E SICUREZZA – Tutte le società del Gruppo FS Italiane continueranno a garantire sempre il rispetto delle norme per ildistanziamento sociale e la tutela della salute delle persone.   LA NUOVA APP – Al via la nuova App Trenitalia per facilitare lo scambio delle informazioni e gli acquisti da smartphone e tablet.   SHARING MOBILITY - Il Gruppo FS Italiane conferma il costante impegno per la sostenibilità ambientale, sociale ed economica, invogliando sempre più persone a lasciare l’auto privata a casa con significativi e importanti benefici anche per tutto il sistema dei trasporti e per la qualità dell’aria delle città. In questo modo quanti usano il treno per gli spostamenti più lunghi possono utilizzare biciclette, monopattini elettrici e altri mezzi ecologici per il primo e ultimo miglio da e per le stazioni per una mobilità sempre più integrata, condivisa, sicura e sostenibile.

Condividi