IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Allerta meteo in Campania, pioggia e vento anche in Irpinia
Danni al comparto agricolo per la grandinata, Ordine Agronomi Avellino: "Proclamare lo stato di calamità naturale e disporre aiuti alle imprese"
Ofantina, al via i lavori in località Montechiuppo a Manocalzati. Code nelle ore di punta
Grandine in Irpinia distrugge frutteti e vigneti, danni ingenti
Gestione illecita di prodotti alimentari, denuncia e sanzione per un'azienda agricola
Sbanda e finisce nella scarpata, ferita 35enne
Ancora fiamme sull'A16, s'incendia un'auto nel tratto di Monteforte. Paura per una famiglia
Maltrattamenti, minacce e percosse in famiglia: arrestato 47enne
40enne muore nei campi schiacciato dal trattore
Famiglia intrappolata nell'auto in fiamme, paura a Volturara Irpina

 

Influenza, da metà ottobre partirà la campagna vaccinale

Vaccino

(Vaccino)
(Foto: Irpiniareport)

Partirà dalla metà di ottobre la campagna vaccinale contro l’influenza stagionale. La vaccinazione, secondo la circolare del ministero della Salute, si potrà effettuare fino alla fine di dicembre. Già numerose le prenotazioni presso gli studi medici. La vaccinazione é raccomandata soprattutto alle categorie a rischio, come anziani e malati cronici, per le quali è gratuita. La vaccinazione antinfluenzale è gratuita anche per altre categorie sensibili quali, ad esempio, i familiari di soggetti fragili o immunodepressi. Il vaccino sarà dunque disponibile nelle farmacie e negli studi dei medici di famiglia. La scorsa stagione è stata la peggiore degli ultimi 15 anni. I dati riportano 8 milioni e 677mila casi. Purtroppo anche i casi di decessi, 160, sono triplicati rispetto all’anno 2016-2017 . La prossima stagione dovrebbe essere di intensità media, 4-5 milioni di casi oltre agli 8-10 milioni dovuti a forme derivanti da altri virus respiratori. L’influenza e la polmonite sono classificate tra le prime 10 principali cause di morte in Italia, e per questo motivo raggiungere la copertura vaccinale della popolazione fissato al 75% dal Ministero della Salute rimane un obiettivo prioritario.

Condividi