IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Incendiato un camion in un terreno, s'indaga
Covid-19, la situazione in Irpinia: 54 casi positivi e 3 decessi
Video diffamatori diffusi sui social: nei guai una 21enne di Sturno
Sbanda e si ribalta, ferita una 58enne
Il presidente Biancardi in visita al Comando provinciale dei vigili del fuoco
Truffa alle assicurazioni, finge 29 incidenti. Nei guai una 44enne di Avellino
Vittoria spegne la sua prima candelina
Scuola, il 1 febbraio tornano in classe gli studenti delle superiori
Covid-19, un decesso all'ospedale "Frangipane"
Appropriazione indebita di auto, 40enne atripaldese ricercato dalla Repubblica Ceca

 

Nuovo DPCM, la Campania è in area gialla. Le nuove misure scatteranno da venerdì

Il premier Giuseppe Conte

(Il premier Giuseppe Conte)
(Foto: Irpiniareport)

La Campania è stata classificata area gialla nel nuovo Dpcm. A riferirlo è il premier Conte. La Campania quindi è considerata tra le zone che hanno un livello di contagio di criticità moderata. Non scatteranno, quindi, per la Campania le misure più stringenti anti-Covid previste per l'area arancione, come il blocco degli spostamenti tra Comuni. Le nuove misure dell'area gialla in Campania scatteranno a partire da venerdì 6 novembre 2020, come prevede il Dpcm firmato dal premier Conte nella giornata di oggi, che sarà in vigore fino al 3 dicembre. La permanenza nell'area gialla dove è stata collocata la Campania invece durerà 14 giorni, prima di essere rivalutata. Ecco le principali direttive. Chiusura di bar e ristoranti alle 18. L’asporto è consentito fino alle ore 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. Restano chiuse piscine, palestre, teatri e cinema. Restano aperti i centri sportivi. Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e pre-festivi (sabato e domenica) ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno. Chiusura di musei e mostre. Didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori; didattica in presenza per le scuole dell’infanzia, elementari e medie. Chiuse le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori. Riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico. Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine, anche nei bar e tabaccherie. Vietato circolare dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Raccomandazione di non spostarsi se non per motivi di lavoro, salute, studio, situazioni di necessità.

Condividi