IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Auto contro il bancomat, ma il colpo fallisce
Gli agronomi irpini promuovono la Festa dell'Albero. Appuntamento al Carcere Borbonico
Sequestrati beni per oltre 800mila euro ad una lavanderia
Furti in appartamento, fermati due napoletani
Nascondeva hashish nel mobile del ripostiglio, denunciato 35enne
Scoperta la truffa on line della PlayStation, nei guai un 32enne
Avellino, i carabinieri irpini celebrano la Virgo Fidelis
Fondazione Sistema Irpinia, domani la sottoscrizione dell’atto costitutivo
Atripalda, postino travolto da un'auto finisce in ospedale
Avellino, tenta di lanciarsi dal ponte della Ferriera. Salvato in extremis

 

“Televisione 4.0. La trasformazione digitale nel mondo della Tv”: job-meeting per gli studenti all'Università degli Studi di Salerno

Università degli Studi di Salerno

(Università degli Studi di Salerno)
(Foto: Irpiniareport)

Si svolgerà giovedì 23 novembre 2017, dalle ore 10.30 alle 13.00 nel foyer del teatro di ateneo, il recruitment della NTTData – Global IT Innovator, che aprirà la giornata di studi “Televisione 4.0. La trasformazione digitale nel mondo della Tv”, promossa in sinergia dalle università degli studi di Salerno e del Sannio, in particolare dal Dipartimento di Scienze Aziendali, Management e Innovation Systems (UniSa), dal Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione dell’Università (UniSa) e dal Dipartimento di Ingegneria (UniSannio). Il job meeting sarà riservato agli studenti provenienti dai dipartimenti di Process Informatica, Ingegneria Informatica, Matematica e Statistica. Per l’occasione sarà presente la direzione risorse umana di NTTData Italia per esporre le posizioni aperte all’interno dell’azienda e per sostenere un primo colloquio conoscitivo con i ragazzi che parteciperanno. NTT DATA Italia fa parte del gruppo giapponese NTT ed è tra i leader del mercato mondiale della Consulenza e dei Servizi IT. Con sede a Tokyo e 100mila dipendenti in oltre 50 paesi al mondo, di cui 2.700 in Italia, fornisce servizi e soluzioni professionali diversificate, dalla consulenza allo sviluppo dei sistemi fino all’outsourcing, condividendo con i propri clienti un impegno di lungo periodo e la spinta all’innovazione. Supporta le aziende dei principali settori di mercato, quali telecomunicazioni, media, servizi bancari e assicurativi, energia e utilities, manufacturing, pubblica amministrazione, retail, trasporto e logistica. Nell’ambito dell’offerta per il mercato media particolare rilevanza assumono le soluzioni ed i prodotti che indirizzano le esigenze di trasformazione del settore broadcast. In contemporanea saranno attivi gli stand espositivi di Nvidia, E4, NTTData, Cedeo, TivùSat. Dopo il lunch break, alle ore 13.30 prenderà il via la main conference, durante la quale il mondo della ricerca scientifica, delle scienze della comunicazione e delle tecnologie informatiche si confronteranno con esperti tecnologi italiani: Leonardo Chiariglione (MPEG), Massimo Bertolotti e Ciro Gaglione (Sky Italia), Marco Pellegrinato (Mediaset), Confalonieri (Publitalia ’80), Pedro Valiente (TivùSat), Alberto Messina (RAI), Eugenio La Teana (RTL 102.5), Piero Altoè (HPC/DL NVIDIA), Andrea Fravega (NTT DATA Italia). Sponsor interessati: E4, NVIDIA e NTTData. “La collaborazione dei tre dipartimenti sottolinea la necessità di una congiunzione ibrida e multi-disciplinare rispetto a questo tema, ribadendo ancora quanto la TV sia un fenomeno vivo, ma in profonda metamorfosi – sottolinea il professor Vincenzo Loia, Direttore Dipartimento di Scienze Aziendali, Management e Innovation System – UniSa - L’evoluzione dei media e l’esplosione dell’era dell’Internet of Things apre a nuovi scenari. Gli standard tecnologici stanno trasformando il televisore in un device intelligente (non a caso si parla di Smart TV) connesso o iper-connesso con l’utenza. La qualità dell’immagine e la possibilità di aumentare il coinvolgimento emozionale e decisionale dello spettatore porta i broadcaster a predisporre nuovi paradigmi di offerta attualmente embrionali rispetto alla capacità di esplorazione tecnologica. Per questo il concetto di media freddo storicamente associato alla TV sta mutando insieme a trasformazioni epocali, che vedono la crescita del pubblico digitale nativo da un lato, e la disponibilità di dati personali che possono intervenire nella personalizzazione di contenuti anche tramite un coinvolgimento oggi ancora troppo limitato da tecniche inadeguate quali l’Auditel”. Per iscriversi all’evento compilare il form di registrazione: https://www.televisione40.it/registrazione

Condividi