IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Allarme Coronavirus, le raccomandazioni dell'ordine dei Medici di Avellino
Coronavirus, Carlo Sibilia: "Nessuna emergenza in Irpinia"
Coronavirus, allerta in Irpinia: summit in prefettura. Attivo il numero verde
Coronavirus, fake news su facebook: denunciati due serinesi per procurato allarme
La Zeza di Cesinali protagonista ad Avellino alla sfilata dei Carnevali irpini
Allarme a Montefusco: 26enne torna in Irpinia da Codogno focolaio di Coronavirus. Famiglia in quarantena
Successo e partecipazione a Cesinali con la Zeza dei bambini della scuola primaria
Avellino, agronomi e architetti a confronto su "Il verde possibile e protetto”
Schianto davanti all'Abbazia del Loreto, tre feriti
Rissa in strada a colpi di bastone, denunciati tre uomini

 

Vico del Gargano, sangue dai dispenser del sapone di un presidio sanitario

L'incidente nel Punto di Primo Intervento

Un ambulatorio

(Un ambulatorio)
(Foto: Irpiniareport)

Un incidente inquietante accaduto nel Punto di Primo Intervento di Vico del Gargano. I dispenser del sapone hanno erogato sangue umano misto a tracce di detergente. Medici e pazienti che frequentano la struttura ne hanno usufruito ignari di quanto stesse accadendo.
I carabinieri del Nas, il Nucleo antisofisticazione e sanità di Foggia, hanno aperto un’inchiesta su quanto accaduto.
Un incidente avvenuto, secondo quanto denunciato dagli stessi medici del presidio garganico, il 10 aprile scorso quando un operatore tecnico ausiliario avrebbe rifornito di sapone i dispenser del presidio sanitario con una tanica che doveva contenere detergente e, invece, conteneva emoglobina. L’acqua utilizzata per il lavaggio dei macchinari con i quali si analizza il sangue sarebbe stata raccolta nella tanica che originariamente conteneva detergente per le mani. Il fusto rimasto nei locali del presidio sanitario sarebbe stato utilizzato dal tecnico che, credendo contenesse sapone per le mani, ha rifornito i dispenser.
Il Punto di Primo Intervento di Vico del Gargano da circa nove anni sorge in un ex istituto scolastico ed è un centro sanitario di riferimento alternativo all’ospedale nelle ore diurne per la gestione delle urgenze di basso-medio livello come i codici bianchi e parte dei codici verdi.

Condividi