IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Scuola, il 1 febbraio tornano in classe gli studenti delle superiori
Covid-19, un decesso all'ospedale "Frangipane"
Appropriazione indebita di auto, 40enne atripaldese ricercato dalla Repubblica Ceca
"Popolarmente Accasati", al via la sit-com promossa dal Teatro d’Europa. Il casting ad aprile
Anziani 80enni dispersi a Montevergine, soccorsi dai vigili del fuoco
Carenze igienico sanitarie, chiusa un'azienda alimentare di Ospedaletto d’Alpinolo
Maltrattamenti ai familiari, arrestato 30enne
Traffico di sostanze dopanti, perquisizioni dei Nas ad Avellino
Covid-19, deceduta al Moscati una 73enne di Chiusano
Atripalda, va a fuoco la stufa a gas. Paura per due anziani coniugi

 

La Scuderia Avellino Racing riprende l’attività agonistica dopo il lockdown

La Peugeot 106 di Iannaccone-Di Iasi

(La Peugeot 106 di Iannaccone-Di Iasi)
(Foto: Irpiniareport)

La Scuderia Avellino Racing riprende l’attività agonistica dopo il lockdown Sabato e domenica scorsi, la Scuderia Avellino Racing ha ripreso l’attività agonistica dopo il lockdown provocato dal Covid 19, partecipando con i suoi equipaggi al Rally Porta del Gargano. La gara, con partenza ed arrivo da Foggia, ha visto alla partenza ben 71 equipaggi provenienti da tutta la penisola. Il Rally si è sviluppato su sei prove speciali cronometrate: Monte Sant’angelo e Foresta Umbra, ripetute tre volte, per un totale di 56 chilometri. Gli equipaggi Iannaccone-Di Iasi e Rivellino-Moffa, entrambi su Peugeot 106, nonostante i problemi tecnici, si sono distinti, come sempre, nella classe 1600 - N2. Preziosa tutta l'organizzazione della trasferta curata da Antonio Di Iasi.

Condividi