IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Violento temporale in Alta Irpinia provoca una frana, chiusa la strada provinciale 143 a Bagnoli
Cade dal ponteggio in un cantiere, operaio 47enne in prognosi riservata
Il neo sindaco di Cervinara Caterina Lengua positivo al Covid-19
Tentano di disfarsi della droga gettandola nel water, in manette due fidanzati
Covid-19 in Campania, torna l'obbligo della mascherina all'aperto. C'è l'ordinanza di De Luca
Una 48enne di Avellino è risultata positiva al Covid-19. Da luglio ad oggi i casi registrati sono 205
Coronavirus, chiuso il Comune di Cervinara. Avviata la sanificazione
Attraverso una mail rubano password e dati personali e gli svuotano il conto corrente
Coronavirus, registrati 6 contagi in Irpinia. Uno ricoverato in ospedale
Covid-19, altri 12 contagi in Irpinia: 2 ad Avellino

 

Avellino, Genovese (Lega): “Non ha più senso parlare di maggioranza”

Damiano Genovese (Lega)

(Damiano Genovese (Lega))
(Foto: Irpiniareport)

Il capogruppo consiliare della Lega a Palazzo di Città, Damiano Genovese, entra a gamba tesa sull’accordo tra 5 Stelle, Mai più e parte del PD per eleggere Laudonia vicepresidente. Così in una nota: «Non ha più senso parlare di maggioranza dopo l’accordo tra 5 stelle, Mai più e parte del PD per eleggere Laudonia vicepresidente. I 5 stelle che hanno rivendicato fino ad ora trasparenza e coerenza politica, non perdono occasione per mettere in campo qualunque tipo di accordo sottobanco purché finalizzato al raggiungimento del loro scopo contingente. Ancora una volta il sindaco ed il suo gruppo preferiscono pescare nel torbido, invece che scegliere la strada della linearità politica. Che delusione! Dalla giunta, alle nomine esterne, passando per la vicepresidenza, sembra non esserci nessuna differenza tra l’amministrazione Ciampi ed i suoi predecessori. È proprio vero, in certe realtà come la nostra il tanto decantato “cambiamento” è solo una questione di facciata. Cambiano i nomi dei burattini ed anche quelli dei burattinai, ma il teatrino è sempre lo stesso».

Condividi