IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Violenta rissa tra giovani, 8 denunce. Chiuso un bar
Fiamme a un bar nella notte, s'indaga. Si segue la pista dolosa
Nascondeva la droga negli slip per poi spacciarla, nei guai 20enne
Fanno esplodere lo sportello bancomat e danno fuoco all'auto
Va in ospedale per partorire e scopre di avere il Coronavirus
Padre e figlia azzannati da un pitbull, ricoverati in ospedale
Rapina al portavalori della Cosmopol a Valle, i dettagli di quanto accaduto
Scosse di terremoto tra Rocca San Felice e Sant'Angelo dei Lombardi
Perde il controllo dell'auto e si schianta, ferita 56enne
"Pater Familias", quando un ristorante è narrazione della storia

 

Avellino, il sindaco Ciampi: "Nessun ritiro del reddito di cittadinanza"

Vincenzo Ciampi

(Vincenzo Ciampi)
(Foto: Irpiniareport)

“Nella riunione dei capigruppo consiliari di questa mattina, c’è stato finalmente un primo passo in avanti verso il cambiamento. Non posso non apprezzare, infatti, che alcuni consiglieri comunali, in maniera del tutto disinteressata, hanno dato la propria disponibilità a dare un contributo di idee e priorità per il bene di Avellino”. Ad affermalo è Vincenzo Ciampi, sindaco del capoluogo irpino, il quale prosegue: “Ringrazio, fin da ora, i Capigruppo Ines Fruncillo, Adriana Percopo, Damiano Genovese e il vicepresidente del Consiglio Comunale Ettore Iacovacci, e i Consiglieri Sabino Morano e Stefano Luongo, per il loro grande senso di responsabilità dimostrato, visto che entro domani mi faranno pervenire il loro contributo alle linee programmatiche”. “Non posso non stigmatizzare, al tempo stesso – aggiunge Ciampi - la posizione del Capogruppo Luca Cipriano, il quale ha posto due condizioni, che ho subito rispedito al mittente, per poter ridiscutere con il sottoscritto le linee programmatiche: l’azzeramento della giunta e il ritiro del ricorso al Tar di Salerno relativo alla verifica dell’esito elettorale. Credo che l’atteggiamento dei consiglieri pronti a collaborare, anzi ne sono certo, sia il miglior modo per affrontare il presente ed il futuro della nostra città”. “In ultimo, vorrei tranquillizzare i cittadini di Avellino: le misure di contrasto alla povertà (reddito di cittadinanza locale) non sono state ritirate. Semplicemente, non saranno nell’agenda dei prossimi mesi sia perché siamo in attesa di conoscere con esattezza la situazione delle casse comunali, sia perché aspettiamo quanto deciderà in merito al reddito di cittadinanza il Governo nazionale”.

Condividi