IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Sequestrati due quintali di salumi, mozzarella e pasta fresca
Schianto nella notte sull'Ofantina, cinque feriti
Munizioni della Seconda Guerra Mondiale ritrovate in un fabbricato, s'indaga
Investe una donna e fugge. Rintracciato e denunciato il pirata della strada
Esaudito il desiderio della piccola Giovanna: video chiamata con i "Me contro Te"
Precipita dall'ultimo piano, muore studentessa. Tragedia al campus di Fisciano
Open Day delle malattie della pelle, al Moscati visite dermatologiche gratuite
Incidente nella galleria di Solofra, ferita una 60enne di Aiello
Giovane professore si toglie la vita lanciandosi giù dal ponte
Scuola Premio Digitale, il Convitto nazionale "Colletta" polo provinciale per l'innovazione tecnologica

 

Congresso Udc, Cesa confermato segretario. Ciriaco De Mita vero vincitore

La linea del leader di Nusco ha prevalso

Ciriaco De Mita

(Ciriaco De Mita)
(Foto: Carmine Bellabona)

Lorenzo Cesa è stato confermato segretario nazionale dell'Udc. A sancirlo la tre giorni congressuale che s'è svolta a Roma. Cesa ha vinto al fotofinish: solo quattro i voti di distacco da Giampiero D'Alia, ex ministro del Governo Letta (435 voti contro 431). Ma il vero vincitore dell'assise nella Capitale è stato Ciriaco De Mita. Il leader di Nusco ha fatto valere la propria linea di contrarietà all'ipotesi di accordo con Forza Italia, che piace a Pier Ferdinando Casini. De Mita ha rivendicato la necessità di recuperare lo spirito del 2008 del partito, senza svendere la propria identità. Una posizione che ha riscosso consensi nella platea congressuale. De Mita più volte è stato interrotto dagli applausi, tanto da non riuscire a trattenere la commozione.
Alla fine la sua linea ha ottenuto la vittoria. Il leader di Nusco ha appoggiato Cesa, mentre Casini supportava - seppure non ufficialmente - l'ex ministro D'Alia. In quel di Roma ha partecipato al congresso una folta delegazione di rappresentanti irpini dello scudocrociato, tra cui il deputato Giuseppe De Mita.

Condividi