IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avvicendamento vertici Fca, Cgil: «Chiarezza sul futuro dello stabilmento di Pratola Serra»
Discarica di rifiuti pericolosi scoperta in una proprietà del Comune
Abusi sessuali su una 14enne, arrestato un parente
A fuoco impianto trattamento rifiuti di Pianodardine
Us Avellino fuori dalla serie B. I lupi si consolano con l'1-1 contro la Roma
Ritardi nei pagamenti dei buoni libri, il sindaco Ciampi risolve la questione: "Dal 26 luglio via libera ai contributi"
"Proteggiamo le tartarughe marine", incontro informativo ad Avellino
Montemiletto, il Castello della Leonessa si veste di bianco: al via White Castle
Ariano Irpino, riapre la strada Manna-Tre Torri
Fca, sindacati uniti per il futuro di Pratola Serra

 

Incendi, proposta di legge per inasprire le pene

Il progetto del deputato D'Agostino

Angelo D'Agostino

(Angelo D'Agostino)
(Foto: Irpiniareport)

Il deputato Angelo D’Agostino ha predisposto una proposta di legge che acuisce le pene nei confronti dei piromani, in particolare quando i roghi arrecano danni gravi all'ambiente e mettono in pericolo abitazioni e aree protette. Il parlamentare irpino, inoltre, ha predisposto un’interrogazione ai Ministri dell’interno e dell’Ambiente al fine di conoscere quali iniziative intendano adottare nell'immediato per ampliare e migliorare le attività di prevenzione degli incendi. “I danni determinati da chi ha appiccato il fuoco sul Vesuvio e in Irpinia – afferma D’Agostino - sono incalcolabili. E’ giusto, pertanto, che i responsabili siano chiamati a risponderne con pene severissime. Attualmente, invece, le pene sono troppo lievi. Per questo già nelle prossime ore depositerò una mia proposta di legge che le acuisce portandole fino a 20 anni di reclusione nei casi più gravi.” “L’impegno profuso in queste ore da Vigili del Fuoco, Protezione Civile e Forze dell’Ordine è encomiabile. Mi auguro, tuttavia, che il Ministro dell’Interno e dell’Ambiente ci dicano quali iniziative intendano adottare per assicurare una più efficace attività di controllo del territorio prevenendo ulteriori irreparabili danni al nostro ambiente.”

Condividi