IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Lutto tra gli avvocati irpini: è morto il penalista Massimo Preziosi
Presi i ladri dei garage di Avellino e hinterland
Le auto storiche e da corsa sfilano a San Potito Ultra
Controlli nei frantoi irpini, multe salate per due titolari
Picchia la figlia con un bastone, arrestato padre violento
Rinvenuto cadavere in un appartamento, s'indaga
Schianto tra autobus e compattatore, paura per 10 bambini
Avellino, incidente in via Due Principati: auto sbanda e finisce nella scarpata. Ferita una ragazza
La Sala Consiliare di Palazzo Caracciolo intitolata a Pietro Foglia. Biancardi: “Mercoledì la cerimonia a un anno dalla dipartita”
Risorse idriche, il presidente Picariello (Odaf): "Ottimizzare la gestione per aumentare il contenuto di sostanza organica nei suoli"

 

Nomina sub-commissario, il Pdl di Mercogliano esprime pieno sostegno a Sibilia

Il simbolo Pdl

(Il simbolo Pdl)
(Foto: Irpiniareport)

Il coordinamento cittadino FORZA ITALIA di Mercogliano intende esprimere il suo più completo sostegno e appoggio al sen. Sibilia per l’interrogazione odierna rivolta al Ministro degli Interni Angelino Alfano in merito alla questione della nomina di un secondo sub-commissario alla Provincia.
La vicenda di tale nomina è a dir poco scandalosa visto che non si comprendono quali siano l’effettive ragioni per l’affidamento di un ulteriore incarico, lautamente retribuito, e che, per di più, avviene a circa sette mesi di distanza dalla nomina del Commissario Coppola. Non è infatti che si tratti di un ente di piccole dimensioni, sottodotato dal punto di vista della pianta organica e delle professionalità necessarie; anzi, il personale e i dirigenti abbondano e sono perfettamente capaci e preparati per affrontare il carico di lavoro che l’ente impone. E’ dunque evidente che per la gestione degli affari correnti sia più che sufficiente l’operato del commissario prof. Coppola anche perché questi sono tempi ineluttabilmente segnati dalla scure della spending review e quindi qualsiasi ulteriore spesa, soprattutto legata ad incarichi di facciata, assume il connotato di uno sberleffo a quanti sono costretti, loro malgrado, a sbarcare il lunario. Senza tener conto poi che gli incaricati già assolvono ad importanti e impegnative funzioni all’interno della prefettura avellinese e dunque non si capisce davvero come due persone, già evidentemente oberate di lavoro, possano poi impegnarsi in una ulteriore attività. Ma il danno, oltre alla beffa, e che oltre al doppio stipendio per i fortunati funzionari si gettano in tal modo le basi per una pingue pensione; tutto ciò in barba a coloro, per lo più giovani, che forse non vedranno mai corrispondersela. Il paradosso però è che, con molta probabilità, tutto questo ambaradan di commissari, sub-commissari, sub-sub-commissari e via discorrendo, possa costare molto di più della somma degli emolumenti che venivano corrisposti a tutti gli assessori e ai consiglieri provinciali, tenendo altresì conto che il Presidente Sibilia non ha mai percepito alcunché per lo svolgimento delle sue funzioni. 

Condividi