IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Cade il Carro di Fontanarosa su una casa, tragedia sfiorata durante la "tirata"
Avellino, armato di pistola esplode colpi a Corso Europa. Fermato 50enne
Gogna consiglieri, Ugo Maggio: "Rinnovo l'invito a moderare i toni"
Prezzi non esposti in vetrina, multe per 3mila euro a 16 negozi di Avellino e Atripalda
Avellino, sequestro di frutta e verdura a Pianodardine
Ritirati dagli scaffali di un negozio di Avellino 44mila giocattoli pericolosi
Calcio Avellino, De Cesare: "Siamo pronti al ripescaggio in C, ma facciamo le cose per gradi"
Bottiglie di acqua "Santa Croce" ritirate dal mercato
Festival del Cinema a Taurasi, al via la prima edizione. Concorsi, mostre e concerti
Assalto allo store di elettronica, rubati cellulari e computer

 

Pd, non ci saranno parlamentari irpini. Oltraggio alla storia

Il Coordinamento provinciale del Pd

(Il Coordinamento provinciale del Pd)
(Foto: Irpiniareport)

Per il Partito Democratico è una disfatta. Per la prima volta in dieci anni di storia della formazione non ci saranno parlamentari irpini che siederanno nella prossima legislatura sia alla Camera sia al Senato. Davvero una disfatta. Il dato è ancora più clamoroso se si considera il fatto che per la prima volta nella sua storia via Tagliamento, sede storica della Democrazia Cristiana, della Margherita ed ora del Pd non esprime rappresentanti in seno a Montecitorio o a Palazzo Madama. Unico eletto sarà il sannita Umberto Del Basso De Caro che rappresenterà, quindi, la provincia di Avellino e la provincia di Benevento. Un oltraggio alla tradizione democristiana irpina.

Condividi