IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Allevava cinghiali illegalmente, denunciato un anziano
Monteforte Irpino, fiamme al centro commerciale "Montedoro": bruciato un furgone
Avellino, schianto alla frazione Picarelli: due feriti
Spaccio di droga ad Atripalda, arrestato 40enne
Avellino, furti nei supermercati: fermati 4 rumeni
Lo chef Gianluigi Cipriano dona zeppole al reparto Covid del Moscati
Avellino, scoppia incendio in un garage. Paura a Rione San Tommaso
Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il bilancio dei Carabinieri: 54 arresti e 328 denunce
Cerealicoltura anima fertile dell'Irpinia, Picariello (Ordine Agronomi): "Bene l’associazionismo nel settore per crescere e fare impresa"
Furti, bloccato immigrato clandestino. Si aggirava con fare sospetto tra le abitazioni

 

Referendum, Sibilia (M5S): "La Lega ha tradito, vogliono solo le poltrone"

Carlo Sibilia

(Carlo Sibilia)
(Foto: Irpiniareport)

“Ho conosciuto un’altra Lega, più seria e leale - spiega il sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia-. Sul taglio dei parlamentari, i leghisti hanno tradito il loro stesso voto, preferendo il loro stipendio romano. Ogni giorno leggiamo di mafiosi che accostano il loro nome a quello dei leghisti (vedi oggi Latina), e loro muti. Invece di attaccare la mafia, attaccano Di Maio e Grillo: sembrano davvero verso la fine, intanto perdono 2 punti percentuali a settimana. I risultati al Ministero dell’Interno parlano chiaro - aggiunge il sottosegretario - con Salvini solo psicosi migranti e meno soldi a Vigili del Fuoco e forze dell’ordine. Votare Salvini equivale a votare uno che non ha mai lavorato un giorno. Uno che parla di partite iva ma non ne ha mai avuta una. Sorprende che persone come Giorgetti e Calderoli si facciano guidare da un leader del genere, uno che fa scelte politiche sconclusionate. Prima vuole stare al governo, poi scappa all’opposizione travolto dalle proprie promesse e dal carcere ai grandi evasori. Da un lato vota per tagliare i parlamentari e dall’altro benedice i suoi senatori che vogliono cancellare il taglio delle poltrone supportando il referendum e mantenendosi, così, aggrappati allo stipendio. Se si farà il referendum proposto da Lega e Forza Italia per tentare di affossare la riduzione delle poltrone dei parlamentari mi auguro che i cittadini spieghino loro nelle urne cosa significa giocare con la coerenza e tradire le aspettative. Poi l’unica strada saranno le dimissioni", conclude il sottosegretario .

Condividi