IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Covid-19, aggiornamento contagi: 93 i positivi
Scuole, in Campania restano chiuse. Per la primaria monitoraggio fra 10 giorni
Demolizione viadotto di Manocalzati, traffico deviato fino al 22 dicembre
Covid-19, secondo decesso al Moscati
Covid-19, muore al Moscati un altro anziano
Castagne e nocciole in Irpinia, produzione 2020. Agronomi Irpini: "Buona la quantità e la qualità, ma i prezzi ancora troppo bassi"
Furto nel tabacchi, rubati sigarette e "gratta e vinci". Bottino da quantificare
Anziano scomparso da giovedì, ancora nessuna notizia. Nuove ricerche nei boschi
DPCM, Capone (Ugl): "Distrugge le attività del Paese"
Avellino, ristoratori e baristi in piazza per protestare contro le restrizioni del Governo

 

Ruggiero (Pdl): "Più attenzione per l'ospedale di Ariano"

La consigliera regionale ha partecipato all'incontro di stamane presso il nosocomio del Tricolle

Antonia Ruggiero

(Antonia Ruggiero)
(Foto: Carmine Bellabona)

“Noi consiglieri che abbiamo a cuore il tentativo di mantenere vivo il diritto alla salute in Irpinia, stiamo lavorando con ogni mezzo per trovare una soluzione soddisfacente per le tante, troppe, problematiche del plesso sanitario di Ariano; come, d’altro canto, anche per gli altri di difficoltà. Dall’incontro di oggi è emersa chiara la richiesta di un’indicazione precisa sui tempi e le possibilità di aiutare questa struttura ospedaliera, di fornirle tutti gli strumenti necessari affinché possa garantire quanto le viene richiesto nel quadro regionale. Un incontro proficuo, più tecnico che politico, che ha permesso di chiarire molti aspetti complessi con cui gli operatori sanitari si trovano tutti i giorni a dover fare i conti. Uno dei concetti che mi preme sottolineare è l’importanza di non arrivare a una guerra tra poveri. Ritengo poco utile cercare di risolvere i problemi togliendo a uno e dando ad altri, restando sempre chiusi nei confini di casa nostra. Dobbiamo fare ulteriormente i conti con quel napolicentrismo e quella mala gestione degli anni passati che hanno affossato l’intero comparto sanitario con debiti e sprechi, e che costituiscono la prima causa di tutte le difficoltà che oggi L’Irpinia, e al suo interno il plesso ospedaliero arianese, vive. Durante la mattinata è stata più volte associata la problematica sanitaria a quanto sta accadendo nel settore dei rifiuti. Sono state espresse le stesse paure e simili difficoltà. Rispetto a ciò, posso solo sperare che il fronte dei consiglieri irpini possa rimanere unito nel difendere l’Irpinia, a differenza di quanto è accaduto per i rifiuti. Proprio in tema di rifiuti, anche un po’ provocatoriamente, mi sento di chiedere per l’Irpinia nell’ambito sanitario, quella stessa solidarietà che Napoli ha chiesto a noi sul piano dei rifiuti”.

Condividi