IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Beccati ad acquistare droga da un ciclista, nei guai due giovani avellinesi
Festa della Birra a Chiusano San Domenico, eccellenze gastronomiche irpine e buona musica
Avellino, furti di Suv in città. S'indaga
Auto sbanda e si ribalta, ferito un 42enne
Crisi Sidigas, Adoc e Federconsumatori: "Attenzione alle truffe"
Perde il controllo dell'auto e finisce nella scarpata, anziano in ospedale
Avellino, forava gli pneumatici e poi derubava gli automobilisti. Arrestato 30enne
Colto da malore, muore in uno stabilimento termale
Due giorni di festa ad Atripalda: Notte Bianca e artisti di strada in via Roma
Estorce denaro a due coniugi per l'acquisto di una casa messa all'asta

 

Settore Ambiente, riunione del Comitato Tecnico Provinciale di Coordinamento

Incontro tenutosi questa mattina presso gli uffici del Settore Ambiente della Provincia di Avellino

La giunta provinciale

(La giunta provinciale)
(Foto: Carmine Bellabona)

Si è riunito questa mattina, presso gli uffici del Settore Ambiente della Provincia di Avellino, il Comitato Tecnico Provinciale di Coordinamento, previsto dalla Legge Regionale n.10 del 29 luglio 1998, istitutiva dell'ARPAC. Hanno preso parte all'incontro, per conto della Provincia di Avellino, l'Assessore all'Ambiente Domenico Gambacorta, il Dirigente del Settore Ambiente, Fernando Capone ed il responsabile del Servizio Ambiente Maura Della Sala , per il Comune di Avellino il Dirigente del Settore Ambiente Giovanni Valentino, ed il responsabile del Servizio Tutela Ambientale, Giuseppe Blasi, per l'ARPAC il Direttore Provinciale Antonio De Sio e il Direttore Tecnico Marinella Vito, e il Direttore del Dipartimento di Prevenzione della ASL di Avellino, Francesco Guerriero. Come sancito dall'art.12 della Legge Regionale del 98, il Comitato Tecnico ha il compito di elaborare proposte relative al programma annuale di attività del dipartimento, formulare proposte in ordine ai contenuti degli accordi di programma e delle convenzioni e verificare l'andamento e i risultati delle attività programmate e svolte dal dipartimento provinciale dell'ARPAC. La riunione ha fornito l'occasione per insediare il nuovo Comitato ed avviare la ripresa delle attività che, cominciate nel 2000, si erano bloccate nel corso del 2007. Nel corso dell'incontro sono state affrontate le problematiche relative alle criticità del territorio in relazione alle principali matrici ambientali (suolo, acqua ed aria), nonché dovute alla presenza di fonti di inquinamento da elettromagnetismo. E' stato deciso inoltre di assegnare una priorità al controllo della qualità dei fiumi, in relazione all'inquinamento prodotto dai reflui domestici ed industriali. Il tavolo di concertazione si è concluso con l'impegno da parte di ARPAC di predisporre una proposta operative da valutarsi congiuntamente entro la fine di marzo. Tutti gli Enti presenti hanno manifestato la piena collaborazione per intraprendere ulteriori percorsi concordati, volti a una maggiore tutela del territorio, dell'ambiente e della salute umana.

Condividi