IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Covid-19 in Campania, torna l'obbligo della mascherina all'aperto. C'è l'ordinanza di De Luca
Una 48enne di Avellino è risultata positiva al Covid-19. Da luglio ad oggi i casi registrati sono 205
Coronavirus, chiuso il Comune di Cervinara. Avviata la sanificazione
Attraverso una mail rubano password e dati personali e gli svuotano il conto corrente
Coronavirus, registrati 6 contagi in Irpinia. Uno ricoverato in ospedale
Covid-19, altri 12 contagi in Irpinia: 2 ad Avellino
Coronavirus, altri 6 contagi in Irpinia
Altra strage di cani, gli animali uccisi con un potente veleno
Tir prende fuoco in strada, paura a Torrette di Mercogliano
Finge un incidente e tenta di truffare un anziano, ma viene scoperto

 

Calcio minore, la Polisportiva Grotta supera il San Tommaso. E lunedì si presenta la squadra

Campo di calcio

(Campo di calcio)
(Foto: Carmine Bellabona)

Nella prima uscita stagionale la Polisportiva Grotta 1984 espugna il ‘Roca’ dell’ A.C.D. San Tommaso con il risultato di 4 a 2. Ottima prova della compagine ufitana. Una vittoria che dà morale perché arriva contro l’unica squadra irpina che quest’anno militerà nel campionato di Eccellenza, traguardo sfiorato solo qualche mese fa anche dalla società del patron Ianniciello. Quella del Roca è una partita dominata nettamente dalla Polisportiva nonostante il primo tempo termini sul risultato di parità: 2 a 2 con le reti di Tranfa e Calabrese per il Grotta, Perna e Guerra per il San Tommaso. Nel secondo tempo l’ingresso del giovane attaccante grottese Gabriele Uva risulta decisivo. Suo il goal che sblocca il risultato. Da vero predatore d’area Uva approfitta di un mucchio selvaggio e con un zampata vincente beffa il portiere del San Tommaso. Ancora suo il sigillo che chiude definitivamente la partita a favore della Polisportiva Grotta. Ingenuità della difesa degli avellinesi sul pressing alto dei giallorossi: Uva ruba palla al portiere e insacca in rete. Il gruppo giallorosso, insomma, non delude le attese e si mostra già compatto e molto affiatato. Il direttore sportivo Tommaso De Luca e il mister Michele Bruno hanno saputo amalgamare bene giocatori esperti come Tranfa e Calabrese e giovani talenti come Gabriele Uva. Classe ’96, cresciuto nelle giovanili di Leonardo Surro insieme ai coetanei e compagni di squadra Danilo Flammia e Antonio Grillo, il bomber ufitano ora si trova davanti a un bivio. Il ragazzo, infatti, si appresta ad avviare gli studi universitari che potrebbero allontanarlo dalla propria città. Ci sono delle scelte importanti da fare e restano pochi giorni per sciogliere le riserve. Se Uva dovesse restare a Grottaminarda sarebbe sicuramente una pedina fondamentale per la società. La Polisportiva, intanto, rende noto che lunedì 24 agosto, alle ore 20.30, presso Piazza Fontana Vecchia, nell’ambito del Festone 2015, è prevista la presentazione ufficiale della squadra iscritta al Campionato di Promozione 2015/2016. Introduce il dott. Rocco Di Fronzo; presenta l’addetto stampa della Polisportiva, Erminio Merola. 

Condividi