IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Lutto tra gli avvocati irpini: è morto il penalista Massimo Preziosi
Presi i ladri dei garage di Avellino e hinterland
Le auto storiche e da corsa sfilano a San Potito Ultra
Controlli nei frantoi irpini, multe salate per due titolari
Picchia la figlia con un bastone, arrestato padre violento
Rinvenuto cadavere in un appartamento, s'indaga
Schianto tra autobus e compattatore, paura per 10 bambini
Avellino, incidente in via Due Principati: auto sbanda e finisce nella scarpata. Ferita una ragazza
La Sala Consiliare di Palazzo Caracciolo intitolata a Pietro Foglia. Biancardi: “Mercoledì la cerimonia a un anno dalla dipartita”
Risorse idriche, il presidente Picariello (Odaf): "Ottimizzare la gestione per aumentare il contenuto di sostanza organica nei suoli"

 

Europei Taekwondo, Pietro Pilunni porta sul podio l'Italia a Marina D'Or (Spagna)

Taekwondo - gli atleti del maestro D'Alessandro

(Taekwondo - gli atleti del maestro D'Alessandro)
(Foto: Irpiniareport)

Un'emozione indescrivibile, una pagina di storia sportiva scritta con passione e tantissimi sacrifici da parte di questo giovane talento della nostra Provincia. Pietro cresciuto nella gloriosa Accademia diretta dal Maestro D'Alessandro Gianluca, è riuscito a coronare uno dei suoi sogni, All’European Junior Championships L'Irpino sale sul podio della -51kg conquistando il BRONZO a seguito di un percorso che l’ha visto vincere 15-13 ai sedicesimi contro il lussemburghese Louis Feiereisen dopodiché si è sbarazzato gli ottavi 31-10 contro il croato T. Dujic ed ancora vittoria nei confronti del Serbo F. Hajnal 🇷🇸 col punteggio di 31 a 24. Semifinale amara per l’azzurro uscito per infortunio contro il russo F. Gavrilenko 🇷🇺 mentre vinceva con un punteggio di 13-12. Un Europeo fantastico, ricco di colpi di scena. L'Irpino match dopo match è riuscito ad esprimersi sempre con un intensità incredibile, un ritmo di gara devastante. Solo l'infortunio è riuscito a frenare la scalata di Pietro alla vetta. "Pietro è cresciuto nella mia Accademia sin da piccolo, conoscevo bene quindi il valore dell'atleta, sapevo che poteva portarsi a casa una medaglia e così è stato. Il lavoro ci ha premiato, abbiamo pianificato bene il nostro progetto negli anni e Grazie a noi oggi possiamo gioire di questo fantastico risultato", afferma il maestro Gianluca D'Alessandro.

Condividi