IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Covid-19 in Campania, torna l'obbligo della mascherina all'aperto. C'è l'ordinanza di De Luca
Una 48enne di Avellino è risultata positiva al Covid-19. Da luglio ad oggi i casi registrati sono 205
Coronavirus, chiuso il Comune di Cervinara. Avviata la sanificazione
Attraverso una mail rubano password e dati personali e gli svuotano il conto corrente
Coronavirus, registrati 6 contagi in Irpinia. Uno ricoverato in ospedale
Covid-19, altri 12 contagi in Irpinia: 2 ad Avellino
Coronavirus, altri 6 contagi in Irpinia
Altra strage di cani, gli animali uccisi con un potente veleno
Tir prende fuoco in strada, paura a Torrette di Mercogliano
Finge un incidente e tenta di truffare un anziano, ma viene scoperto

 

Le pagelle di Sidigas Avellino - EA7 Armani Milano (60 – 83) a cura di Marco Rizzo

Scandone Avellino in campo

(Scandone Avellino in campo )
(Foto: irpiniareport)

LE PAGELLE DI SIDIGAS AVELLINO – EA7 ARMANI MILANO 60 – 83 a cura di Marco Rizzo.
Mondey Night al Palazzetto dello sport Giacomo Del Mauro di Avellino; la Sidigas Scandone Avellino si arrende all’EA7 Milano nel posticipo della terza giornata del campionato di basket di serie A1, con il punteggio di 60 – 83. Troppa e tanta Milano per questa Avellino, che si scioglie come neve al sole, senza praticamente mai impensierire gli uomini di coach Repesa, che hanno gestito sin dal primo possesso, una partita a senso unico. La Scandone, orfana del folletto Taurean Green, affida la cabina di regia, prima al capitano Blums e poi, per gran parte del tempo al ragazzo da Compton, Alex Acker; forse nessuno dei due è riuscito in quello che Sacripanti aveva in mente, ed infatti si è vista una squadra molto disordinata in attacco, con tiri forzati e totale mancanza di giochi per i lunghi, diventati di sicuro l’anello debole di queste prime tre uscite. Forse fare drammi è troppo presto, visto che era preventivabile arrivare alla terza giornata in questa situazione; avendo affrontato due delle prime quattro non ci si poteva aspettare molto di più di quello che effettivamente abbiamo dimostrato sul campo; siamo indietro fisicamente ma soprattutto psicologicamente e sta al coach trovare il bandolo della matassa.
LE PAGELLE
VEIKALAS: 5 … partita poco concreta per il nativo di Joniskis; in queste prime tre uscite è sembrato quello che ha accusato di più l’impatto con il campionato italiano; a tratti lontanissimo parente di quello ammirato nella pre – season, dove ci ha fatto vedere di essere una macchina pressocchè infallibile … grazie all’assenza di Green, coach Sacripanti lo fa partire in quintetto ma, a parte qualche segno di miglioramento, può e deve fare di più … FOSTER, ESCI DA QUESTO CORPO!
ACKER: 5 … luci ed ombre nella partita della guardia bianco verde … gioca 30 minuti e viene impiegato sempre e soltanto da playmaker, per sopperire all’assenza di Green … soffre perdendo palloni banalissimi in attacco e non riuscendo quasi mai ad accoppiarsi con il playmaker avversario in difesa … è ancora in ritardo fisicamente e si vede lontano un miglio, ma impiegato per quello che sa fare, ha dimostrato di stare dentro questa competizione, soprattutto di testa … BELLO IMPOSSIBILE!
LEUNEN: 4,5 … Arrivato ad Avellino in estate per essere il lungo che ti “sposta” la partita, Maarten fino ad oggi è soltanto il lontano parente di quello ammirato negli anni passati, sotto atre vesti … non riesce ancora a fare il passo decisivo che lo farebbe diventare il giocatore straripante che conosciamo tutti … di sicuro le gambe sono pesanti, come lo sono quelle di tutta la squadra, ma può e deve dare qualcosa in più sotto canestro … FRA MARTINO CAMPANARO … SUONALE STE CAMPANE!
CERVI: 5 … Chiamato per dare il segnale a tutta Milano che avevano sbagliato di grosso a mandarlo via in estate, il buon Riccardo, sfodera la peggiore prestazione dell’anno … dopo il 21 di valutazione contro Pesaro e il 20 contro Reggio Emilia, si presenta con un 4 in questa uscita … di sicuro è quello che, soprattutto in attacco, ha sentito molto di più degli altri la mancanza di Taurean Green, l’unico che, attirando a se al difesa, riusciva a farlo giocare quel poco più libero da raddoppi che, inevitabilmente, gli vengono fatti ogni domenica … deve cacciare la cattiveria necessaria, perché il 2.14 della squadra non può sbagliare gli appoggi a 2 centimetri dal ferro … E VIVRO’, SI VIVRO’, TUTTO IL GIORNO PER VEDERTI SCHIACCIARE!
SEVERINI: S.V.
NUNNALLY: 4,5 … luci ed ombre anche per il James in questo inizio di campionato … buona la prima, poco convincente la seconda, mediocre la terza … per quel poco che ho capito in questo inizio di anno, lo vedo un giocatore di sistema, uno che se viene messo in condizione di giocare i suoi 20 punti li fa con la benda sugli occhi, ma se deve creare da se non ne ha le capacità … deve migliorare soprattutto la fase difensiva, perché già alla terza hanno abusato di lui troppe persone e con il fisico che ha non è possibile difendere in questo modo … UFO!
PINI: 5,5: … gioca discretamente sia in attacco che in difesa … ha i suoli limiti fisici, ma l’impegno non manca mai … BRAVO GIOVA’!
BUVA: 4 … Di sicuro il peggiore in campo … non difende, non va a rimbalzo e risulta il più svogliato della squadra … parlavano di lui come uno che non ha tutta questa propensione a spostare gli equilibri, ma vedere che vuole fare Andrea Bargnani in attacco e Dwight Howard in difesa, non è proprio accettabile … INCONCLUDENTE!
BLUMS: 5.5 … Chiamato a fare gli straordinari in cabina di regia, dimostra che non è proprio la sua prima opzione quella di fare il playmaker … mette in ritmo i compagni (6 assist) ma si capisce che il suo gioco è molto più incentrato a fare canestro … forse è stato il migliore in casa Scandone, almeno sotto l’aspetto realizzativo, ma anche per il capitano lettone, la strada è ancora lunga … PAZZA IDEA!
SACRIPANTI: 5,5 … Ha dichiarato nel post partita che abbiamo sofferto la fisicità di Milano e non gli si può dare torto … ma estrapolando il suo lavoro dal contesto della partita, purtroppo non c’è molto da potergli recriminare … il materiale a disposizione è questo e, forse, l’unica cosa su cui bisogna spingere è l’impatto psicologico dei giocatori a questo tipo di partite … abbiamo mollato inspiegabilmente a Reggio Emilia e, contro Milano, è successo lo stesso … e non deve più accadere … PUNTO FERMO!

Condividi