IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, agronomi e architetti a confronto su "Il verde possibile e protetto”
Schianto davanti all'Abbazia del Loreto, tre feriti
Rissa in strada a colpi di bastone, denunciati tre uomini
Dirigenti della Polisportiva Santo Stefano aggrediti sugli spalti a fine partita
Anziano morto abbandonato sul marciapiede, arrestata la convivente
Svaligiata una boutique a Mercogliano, rubati 600 capi
Distrusse i beni dell'Ufficio Protocollo del Comune, condannato operatore ecologico
Violenza sessuale e stalking nei confronti di una dipendente, arrestato datore di lavoro
Incendio in autostrada, va a fuoco un'auto mentre è in marcia. Paura per due giovani
Anziani rinchiusi nella tavernetta mentre i ladri svaligiano la casa

 

Sport e salute, arbitri in campo per "Non mi gioco il cuore"

Campo di calcio

(Campo di calcio)
(Foto: Carmine Bellabona)

“Sport e alimentazione sono due elementi essenziali per la salute di ogni ragazzo, ma la prevenzione è la condizione essenziale che è a monte di ogni discorso legato al benessere e alla salute di ogni sportivo”. Con queste parole Matteo Guidoni, rilancia la campagna del Forum Nazionale dei Giovani “Non mi gioco il Cuore”, che sarà protagonista nei campi della Serie A del campionato italiano di calcio per il turno infrasettimanale in programma da questa sera fino a giovedì. “Non mi Gioco il Cuore” è una campagna che sottolinea l’importanza della prevenzione come prima condizione per effettuare una sana e sicura attività sportiva e combatte le cardiopatie e le morti improvvise nel mondo dello sport. “Troppo spesso”, continua Guidoni, delegato del Fng allo Sport e Salute “i giovani si approcciano all’attività sportiva trascurando il valore fondamentale della prevenzione e praticano la loro attività senza essere ben consci delle proprie condizioni fisiche e di salute. Ancora troppe volte ci troviamo a dover commentare episodi tristi e tragedie nei campi sportivi, che di certo un investimento culturale e programmatico possono contribuire ad evitare e a prevenire.” “Grazie al contributo dell’Associazione Italiana Arbitri, che in queste sere scenderanno in campo prima dell’inizio delle partite indossando la nostra maglia”,conclude Guidoni, “abbiamo la possibilità di diffondere il nostro messaggio e sollecitare, partendo da un grande palcoscenico come il campionato calcistico di serie A, istituzioni e giovani sportivi, ad investire in maniera decisa su un approccio allo sport sano, sicuro e salutare.”

Condividi