IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Stop al diabete: tre giornate di screening gratuiti a San Michele, Santa Lucia e Serino
Medico muore durante il turno di notte, s'indaga
Sequestro di caciocavalli in un caseificio, nei guai la titolare
Alla ricerca di funghi senza autorizzazione, multe salate per due uomini
Capannone agricolo adibito a officina meccanica, denunciati i titolari
Irpinia Sistema Turistico fa tappa a Sant'Angelo dei Lombardi. Focus sul gas radon
Agronomi e funzionari dell’Arpac a confronto sulle attività agroalimentari
Avellino, forzano un posto di blocco e nella fuga tentano di investire un agente. Nei guai 2 ragazzi
Incidente sul lavoro, operaio cade da una scala di tre metri
Ad Avellino fa tappa Chocolate Days, la festa del cioccolato tradizionale

 

Sport e salute, arbitri in campo per "Non mi gioco il cuore"

Campo di calcio

(Campo di calcio)
(Foto: Carmine Bellabona)

“Sport e alimentazione sono due elementi essenziali per la salute di ogni ragazzo, ma la prevenzione è la condizione essenziale che è a monte di ogni discorso legato al benessere e alla salute di ogni sportivo”. Con queste parole Matteo Guidoni, rilancia la campagna del Forum Nazionale dei Giovani “Non mi gioco il Cuore”, che sarà protagonista nei campi della Serie A del campionato italiano di calcio per il turno infrasettimanale in programma da questa sera fino a giovedì. “Non mi Gioco il Cuore” è una campagna che sottolinea l’importanza della prevenzione come prima condizione per effettuare una sana e sicura attività sportiva e combatte le cardiopatie e le morti improvvise nel mondo dello sport. “Troppo spesso”, continua Guidoni, delegato del Fng allo Sport e Salute “i giovani si approcciano all’attività sportiva trascurando il valore fondamentale della prevenzione e praticano la loro attività senza essere ben consci delle proprie condizioni fisiche e di salute. Ancora troppe volte ci troviamo a dover commentare episodi tristi e tragedie nei campi sportivi, che di certo un investimento culturale e programmatico possono contribuire ad evitare e a prevenire.” “Grazie al contributo dell’Associazione Italiana Arbitri, che in queste sere scenderanno in campo prima dell’inizio delle partite indossando la nostra maglia”,conclude Guidoni, “abbiamo la possibilità di diffondere il nostro messaggio e sollecitare, partendo da un grande palcoscenico come il campionato calcistico di serie A, istituzioni e giovani sportivi, ad investire in maniera decisa su un approccio allo sport sano, sicuro e salutare.”

Condividi