IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, maxi rissa in via De Conciliis. Dodici denunce e due feriti
Monteforte, entra in un hotel e pretende di dormire sul divano. Denunciato
Slalom di Montevergine, edizione 2018 al top: vince Vinaccia
Ad Aiello del Sabato si rinnova la tradizione del "Volo e Canto degli Angeli"
Incendiata l'auto del sindaco di Cassano, s'indaga
Auto contro moto ad Avellino, ferito centauro di Aiello
Era scomparso da ieri, ritrovato in un pozzo. Salvo 27enne
Danneggiano lo sportello bancomat per rubare le banconote, ma il colpo fallisce
Schianto in galleria sulla Fondo Valle Sele, tre feriti
I protagonisti della filiera vitivinicola irpina insieme per sostenere l’introduzione di nuovi vitigni. Picariello: "Diamo impulso alla ricerca"

 

Manomettono il contatore per risparmiare sulla bolletta, nei guai i titolari di un negozio

Contatori energia elettrica

(Contatori energia elettrica)
(Foto: Irpiniareport)

Avevano manomesso le bobine amperometriche del contatore dell’energia elettrica per alterarne il funzionamento. Un vero e proprio furto di corrente che ha portato alla denuncia di due persone. A seguito di attività info-investigativa finalizzata al contrasto di reati contro il patrimonio, due uomini titolari di un esercizio commerciale ubicato nel Mandamento baianese sono stati deferiti alla competente Autorità Giudiziaria, in quanto ritenuti responsabili del reato di furto di energia elettrica. Nello specifico, all’esito di verifica eseguita dai Carabinieri della Stazione di Baiano unitamente a personale di società per l’erogazione di fornitura elettrica, si accertava che erano state manomesse le bobine amperometriche del contatore, alterandone così il funzionamento e generando una drastica riduzione della contabilizzazione dei consumi stimati nella percentuale dell’80%. In considerazione delle evidenze emerse, a carico dei predetti scattava dunque la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo.

Condividi