IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Open Day al Liceo Scientifico "De Caprariis" di Altavilla
Sorpresi a rubare a Contrada Sant'Eustachio e Pennini, ladri in fuga
Una marcia antiviolenza per Federico Petrone, il giovane rapper ferito a Contrada
Giovane 24enne si toglie la vita, dramma ad Avellino
Sbanda e si schianta contro il muro del cimitero
Avellino, donna investita in Piazza Kennedy
Spari a Contrada, interrogatorio di garanzia per il 18enne finito ai domiciliari
Si perdono sulle Alpi, salvati due escursionisti avellinesi
Litiga con il rivale e tenta di investirlo con l'auto
Schianto a Dentecane, 4 feriti

 

Schianto a Melfi, il furgone prende fuoco. Muore un 31enne irpino

Tre le vittime

L'incidente mortale in Basilicata

(L'incidente mortale in Basilicata)
(Foto: Irpiniareport)

Un impatto violento, i mezzi sono andati completamente distrutti. I soccorritori si sono trovati di fronte una scena apocalittica. Veicoli tra le fiamme, auto spaccate a metà, pezzi di motore e delle carrozzerie sulla carreggiata. Due campani e un lucano sono le vittime dell'incidente stradale - uno scontro frontale tra un furgone e un'automobile - avvenuto stamani sulla statale "Bradanica", nei pressi dell'area industriale di San Nicola di Melfi (Potenza). Nicola Forte, di 37 anni, di Castelvetere in Val Fortore (Benevento) e l'irpino di Casalbore Antonio Paradiso (31), erano a bordo di un furgone che ha preso fuoco dopo essersi scontrato con una "Jaguar". L'automobile era guidata da un imprenditore materano, Luigi Bellucci, di 49 anni, che è la terza vittima dell'incidente.

Condividi