IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, 25enne pestato a sangue in un locale del centro storico
Casa squillo nella periferia avellinese, nei guai una 35enne
Avellino, travolge un'auto con a bordo 4 giovani in viale Italia e fugge
Dramma sull'Ofantina, muore 21enne
Serino, cocaina nascosta nell'area pic-nic: arrestato 43enne
Atripalda, incidente sulla Variante: ferito giovane motociclista
Un Gratta e Vinci da 2 milioni di euro ad Ariano
Rimane con l'auto bloccata sui binari mentre sta passando il treno, paura per un irpino
SuperEnalotto, sfiorato il Jackpot a Montoro: centrato un 5 da 31mila euro
Fermato tir carico di detersivi e cosmetici contraffatti, denunciato l'autista

 

Un capolinea del bus urbano anche ad Aiello del Sabato

Un autobus delle linee urbane

(Un autobus delle linee urbane)
(Foto: Carmine Bellabona)

Un capolinea del bus urbano anche ad Aiello del Sabato così come accade per Atripalda, Mercogliano e Monteforte Irpino, che sono confinanti con il capoluogo. L'amministrazione comunale ha inviato una specifica richiesta alla Regione e alla Provincia per chiedere la modifica del piano di Tpl, passando in tal modo dalla gestione extraurbana di Air Autoservizi a quella della società Cti-Ati. Lo ha deciso la giunta guidata dal sindaco Ernesto Urciuoli, nel corso dell'ultima riunione dell'esecutivo. "Alla base della richiesta la distanza minima di Aiello del Sabato dalla zona di Contrada Sant’Oronzo di Avellino che è pari a circa 500 metri e dalla zona di Contrada Alvanite di Atripalda lontana appena 800 metri", spiega il vicesindaco Sebastiano Gaeta. "In entrambi i casi i bus della circolare urbana arrivano quindi a pochi passi da Aiello del Sabato e poi cambiano percorso", aggiunge Gaeta. Peraltro, il tragitto di tali pullman sarebbe meno tortuoso e consentirebbe di raggiungere una maggiore utenza. Su questo preme l'amministrazione comunale aiellese, che torna alla carica sull'argomento dopo un primo tentativo non andato in porto. "Non arretriamo perché è un'opportunità per un servizio di qualità e ulteriori corse per i tanti pendolari", conclude Gaeta.

Condividi