web1

facebook
whatsapp
image-452

facebook

Maxi blitz nel Vallo Lauro, scoperto mini bunker in un'abitazione. Sequestrate armi e munizioni

2021-05-26 10:50

author

Cronaca, Sequestro , Vallo Lauro, Arresti, Minibunker , Boss, Armi,

Maxi blitz nel Vallo Lauro, scoperto mini bunker in un'abitazione. Sequestrate armi e munizioni

Arresti e denunce. Perquisizioni e sequestri anche in altre abitazioni. Il minibunker nell'abitazione del figlio del defunto boss Biagio Cava

 

Maxi blitz della Polizia nel Vallo Lauro. Un mini bunker è stato scoperto nell'abitazione di Salvatore Cava, il primogenito del defunto boss Biagio Cava.
La perquisizione è stata effettuata ieri dagli agenti del Commissariato di Lauro nell'ambito dei controlli straordinari organizzati dalla Questura di Avellino con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Campania, l'impiego di un elicottero del Reparto Volo e di due unità della Squadra cinofila di Napoli.
Il nascondiglio era stato creato nella parete di una stanza da letto accedendo attraverso una porta scorrevole a scomparsa ben occultata da un armadio.
La luce nel mini bunker, ma anche in tutta l'abitazione era alimentata da un allaccio abusivo al cavo principale bypassando il contatore. Per tale motivo, Salvatore Cava e la moglie sono stati denunciati per il reato di furto di energia elettrica.

Nel corso della giornata sono state eseguite ulteriori perquisizioni domiciliari nei confronti di pregiudicati e di soggetti vicini alla criminalità locale. A Moschiano i poliziotti hanno rinvenuto in un fondo agricolo comunale, coltivato da padre e figlio, un fucile da caccia calibro 20 e una pistola semiautomatica calibro 6,35 con relativo munizionamento. Le armi erano nascoste tra panni e buste in plastica all'interno di un tubo cilindrico conficcato nel terreno. I due soggetti, entrambi incensurati, sono stati arrestati. Armi e munizioni sono stati sottoposti a sequestro.

Da Marzano a Quindici sono stati allestiti una serie di posto di blocco dagli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Campania con il supporto di due unità della Squadra cinofila di Napoli. Controllate 150 persone. Sequestrata una Fiat Panda in uso a un 50enne pregiudicato di Sperone perché aveva  targa e telaio contraffatti.

 

 

 

 

 

 

 

Direttore responsabile Katiuscia Guarino
​redazione@irpiniareport.it

Irpinia Report - Quotidiano d'informazione della Campania e della Provincia di Avellino. Registrazione Tribunale di Avellino n.1/2011 del 3 febbraio 2011
Copyright © Irpinia Report Partita IVA: 02606770648 - Tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione, anche parziale, senza inequivocabile autorizzazione dell'editore

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder